Blog

Quasi tie-break a Ortona per i ragazzi di Barisciani

Cuneo Volley – Serie A2 maschile                                                     Comunicato n. 32 /2018-2019

 

02-12-2018

 

Quasi tie-break a Ortona per i ragazzi di Barisciani

La BAM Acqua S.Bernardo Cuneo recupera Bolla e affronta testa a testa i padroni di casa.

 

 

Un confronto equilibrato quello andato in scena al Palasport ortonese tra i padroni di casa della Sieco Service Ortona e i cuneesi della Banca Alpi Marittime Acqua S. Bernardo Cuneo.

Un match caratterizzato dai numerosissimi errori al servizio da entrambe le compagini: 19 Ortona e 22 Cuneo. Il muro abruzzese, più efficace, è stato decisivo in diverse occasioni. I ragazzi di coach Barisciani dal canto loro si sono mostrati molto cambattivi e offensivi in attacco; recuperato Bolla e Dutto titolare al centro insieme a Picco. La ricezione cuneese ha patito la battuta e l’esperienza dello slovacco Ogurcak. Cortellazzi e compagni hanno mostrato grande spirito di squadra, credendo fino alla fine ad un finale al tie-break.

Lo starting six di Cuneo: Cortellazzi palleggio, Alexandre De Oliveira opposto, Picco e Dutto centro, Bolla e Galaverna schiacciatori; Prandi (L).
Dal canto suo il Coach ortonese schiera: Lanci palleggio, Marks opposto, Simoni e Menicali al centro, Dolfo e Ogurcak schiacciatori; Toscani (L).

Partenza fallosa per Cuneo che recupera e passa in vantaggio con Galaverna efficace sia in attacco che al servizio, seguito da Dutto e Caio. Un errore alla battuta di Bolla e un muro out di Picco riportano avanti di un punto i padroni di casa. Un tris d’errori porta al primo time out di coach Barisciani sul 19-16. L’Ace di Menicali viene recuperato dalla diagonale di Galaverna, il muro in out dall’attacco di Caio e l’ace di Ogurcak da Dutto. Tuttavia il gap dei padroni di casa è determinante. Ortona chiude 25-20 il primo set.

Nella seconda frazione partono avanti i cuneesi con Caio, Galaverna e Bolla offensivi e il servizio efficace di Picco. Tuttavia i continui falli in battuta da entrambe le formazioni, costringono ad un continuo cambio palla. Il doppio muro consecutivo ortonese, spinge Barisciani al time out sul 15-14, mentre un successivo gioco punto a punto segna il time out per Ortona sul 21-19 che si ripete sul 23-22 raggiunto dai cuneesi con Dutto sugli scudi. Sul finale del set coach Lanzi, nella volontà di alzare il muro, inserisce Sitti e Sorrenti. L’attacco dello slovacco finisce in rete e vale il primo set point per Cuneo, ma Marks recupera e pareggia, portando la conclusione ai vantaggi firmati da Matteo Bolla con un attacco forte sul muro avversario che termina fuori campo e un appoggio ad una mano spinto all’indietro dallo schiacciatore ligure in posto 2 che vale il pareggio 1-1.

Un continuo punto a punto il terzo set, con una fuga da parte dei padroni di casa dal 14-13 al 19-14 con Ogurcak decisivo al servizio e un altro scambio di time out tra i due coach, che viene chiesto prima da Cuneo e sul 22-19 da Ortona a seguito del recupero e all’ace di Galaverna. Purtroppo ancora una volta il gap sorride ai padroni di casa che ripetono il 25-20.

L’ultimo parziale mostra le stesse potenzialità e i medesimi falli da parte delle due formazioni.
Cuneo parte avanti, subisce un recupero e sorpasso sul 14-10, prontamente annullato da Galaverna e Caio che portano Cuneo ad un punto dai padroni di casa. Un seriale punto a punto fino alla fine mostra la grande caparbietà, ma anche le troppe distrazioni delle due compagini in campo. Non è certamente la battuta di Testa, entrato al posto di Bolla sul 24-23 a pesare sul match, visto il desolante numero totale raggiunto dalle due squadre nel corso del confronto, tuttavia segna il 25-23.

Coach Barisciani a fine partita: « I numeri parlano chiaro, noi abbiamo fatto 22 errori al servizio e loro 19, quindi direi che non è stato quello a toglierci la possibilità di vincere. Purtroppo per noi loro in attacco hanno fatto meglio anche dopo brutte ricezioni. Sono riusciti a metterci in difficoltà con un po’ d’esperienza. Peccato, non era sicuramente facile come trasferta, soprattutto dopo le scorse settimane in cui gli allenamenti erano con 9 giocatori su 13. Come sempre quando si perde, si poteva fare qualcosa in più, ma prendiamo il positivo e lavoriamo sugli errori».

Il palleggiatore della Sieco Service Ortana, Andrea Lanci:  « I nostri errori hanno concesso spesso a Cuneo di rientrare in partita, 20-15 al secondo set potevamo ipotecare un punto, invece la partita si è riaperta, sono stati bravi loro in battuta, ci hanno creduto. Nel terzo noi siamo rientrati con la mentalità giusta, però sia noi che loro abbiamo avuto troppi momenti belli e brutti alternati. Oggi per noi è andata bene, abbiamo portato a casa 3 punti che danno il continuo».

Nella prossima giornata la Banca Alpi Marittime Acqua S. Bernardo Cuneo ospiterà i colleghi del Pool Libertas Cantù, ex squadra dell’opposto Caio Alexandre De Oliveira nelle scorse due stagioni e del centrale Paolo Alborghetti.
L’appuntamento con la A2 maschile di Cuneo è quindi per domenica 9 dicembre alle ore 18.00 al Pala Ubi Banca.

9^ Giornata (02/12/2018) – Regular Season Serie A2 Credem Banca – Girone Blu

Sieco Service Ortona – Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo     3-1
(25-20/24-26/25-20/25-23) 

Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo: Cortellazzi, Caio 22, Picco 5, Dutto 6, Bolla 11, Galaverna 12, Prandi (L1); Testa, Amouah. N.e Alborghetti, Menardo, Dutto, Chiapello, Armando (L2).
All.: Mauro Barisciani
II All.: Francesco Revelli
Ricezione positiva: 51%; Attacco: 43%; Muri 2; Aces 4.

Sieco Service Ortona: Lanci, Marks 23, Simoni 7, Menicali 9, Dolfo 14, Ogurcak 13, Toscani (L); Sorrenti, Sitti, Fiscon. N.e. Zanettin, Berardi, Pesare (L2).
All.: Nunzio Lanci.
II All.: Mariano Costa.
Ricezione positiva: 43%; Attacco: 52%; Muri 11; Aces 5.

Arbitri: Gasparro Mariano, Noce Alessandro. 

Durata set: 25’, 30’, 24’, 31’.
Durata totale: 110’.